RSPP a Torino – Cos’è, i suoi compiti e requisiti

Un RSPP a Torino, o Responsabile del Servizio Prevenzione e Sicurezza, è una figura obbligatoria ed indispensabile in ogni azienda. Infatti qualsiasi il luogo di lavoro un RSPP a Torino si occupa del mantenimento di un ambiente di lavoro sicuro e sano. Cerchiamo di capire chi è precisamente questa figura, che requisiti deve avere e quali sono i suoi compiti specifici.

Significato e normativa

Come abbiamo detto il significato dell’acronimo RSPP a Torino è Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione. In pratica si tratta di uno dei principali protagonisti della sicurezza all’interno dell’azienda. Secondo il D.lgs 81/2008 è definito come la persona, che designata del datore di lavoro, è in possesso delle capacità per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi. La sua nomina è obbligatoria ed è preciso ed obbligatorio compito del datore di lavoro designare un RSPP a Torino. Questa nomina viene attribuita per mezzo di un modulo datato e firmato da entrambe le parti che assegna l’incarico al soggetto. Ma come abbiamo accennato prima un RSPP a Torino deve avere precise capacità, che può acquisire anche seguendo dei particolari corsi come quelli offerti dallo Studio Proging del Dottor Rau. Oltre alla formazione qui potrete trovare anche consigli ed assistenza.

In ogni caso a seconda delle occasioni possiamo avere le seguenti possibilità:

  • RSPP interno
  • RSPP esterno
  • RSPP datore di lavoro

Nel primo caso a ricoprire il ruolo di RSPP a Torino è un lavoratore dell’azienda scelto dal datore di lavoro, per le sue competenze e per i requisiti stabiliti dalla legge. Nel secondo caso invece è un professionista esterno esperto in sicurezza aziendale. Mentre nella terza ed ultima possibilità, anche il datore di lavoro può svolgere il ruolo di RSPP.
Questo può avvenire solo secondo alcuni parametri che riguardano il tipo di azienda ed il nuero di lavoratori presenti. Ovvero:

  • aziende artigiane ed industriali con massimo trenta impiegati
  • industrie agricole e zootecniche con un massimo di trenta impiegati
  • aziende della pesca con un massimo di venti impiegati
  • altre aziende, a patto che gli impiegati non superino i duecento impiegati

Compiti del RSPP a Torino

La mansione principale di un RSPP a Torino è quella di gestire il Servizio di Prevenzione e Protezione. Questo significa adoperarsi secondo le proprie competenze, per elaborare, applicare e gestire le misure preventive e protettive. Questo lo porta spesso ad operare, collaborare ed interfacciarsi con diversi altri soggetti che hanno altri incarichi relativi alla sicurezza, come:

  • il datore di lavoro
  • il RSL
  • o il medico competente

Nello specifico i compiti del RSPP a Torino sono stabiliti dall’articolo 33 del D.lgs 81/08 e sono:

  • identificare e valutare i fattori di rischio
  • individuare le misure per la sicurezza idonee per gli ambienti di lavoro in base alla normativa
  • elaborare e controllare l’applicazione delle misure protettive e preventive, ovvero la valutazione dei rischi
  • partecipare alla redazione del DVR
  • elaborare le procedure di sicurezza per tutte le attività aziendali
  • proporre programmi e percorsi di formazione e informazione dei lavoratori
  • partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza
  • partecipare alla riunione periodica sulla sicurezza
  • informare i lavoratori dei rischi aziendali

RSPP: Requisiti

I requisiti che un RSPP a Torino deve possedere per essere nominato vengono definiti dall’articolo 32 che sottolinea la conoscenza e la competenza della sicurezza. Si tratta dunque di requisiti identificabili con titoli di studio e certificazioni ottenute a seguito di percorsi formativi obbligatori e dedicati. Nello specifico, un RSPP a Torino deve essere in possesso di:

  • titolo di studio non inferiore al diploma di scola secondaria
  • la comprovata esperienza nei compiti per almeno sei mesi
  • un attestato di frequenza ottenuto in seguito alla partecipazione di un corso di formazione sulla sicurezza sul lavoro, come quelli offerti dallo Studio del Dottor Rau, che vanno aggiornati ogni cinque anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *