Ferramenta a Torino – Cosa sono i pannelli OSB

Se dovete rivestire il pavimento di una stanza una buona soluzione, consigliata da molti ferramenta a Torino, sono i pannelli Osb. L’acronimo significa Oriented Strand Board e si tratta di un pannello in legno costituito da lamelle a strati incollati e pressati. In questo articolo cercheremo di capire di cosa si tratta e come è meglio usare questo tipo di rivestimento.

I pannelli Osb e le loro varianti

I pannelli Osb possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per lavorazioni in edilizia, per imballare, ma anche per semplici interventi di fai da te o per arredare una stanza. Quindi, come per molti altri prodotti, anche i pannelli Osb possono essere classificati in base ad alcune caratteristiche. Perciò se dovete acquistare questa tipologia di rivestimento è meglio recarsi in una ferramenta a Torino specializzata in questo campo. Ad esempio presso la Ferramenta Bertolino potrete trovare professionisti pronti a consigliarvi la soluzione più adatta alle vostre esigenze. Oltre ovviamente ad una vasta scelta di prodotti per bricolage e fai da te. La cosa che occorre tenere sempre presente è lo scopo dell’utilizzo del pannello Osb. Infatti ogni classificazione è adatta ad uno specifico utilizzo. Vediamoli insieme.

I pannelli Osb, reperibili in qualsiasi ferramenta a Torino, si dividono in Osb2, Osb3 e Osb4.

  • Osb2 – questo particolare pannello è utilizzato soprattutto per l’imballaggio ed esclusivamente per pedane, bancali o cassoni a morire, ovvero dove non c’è l’obbligo del ritorno.
  • Osb3 – questo modello è diverso per struttura e composizione. Viene principalmente impiegato per usi interni come ad esempio l’arredamento, la costruzione di divisori o mensole e cucine. Può essere usato anche all’esterno per coperture, in modo da evitare la trasmissione di condensa, umidità e rumore. Ultimamente viene utilizzato per interventi su arredi di opere antiche.
  • Osb4 – questa variante ha una richiesta estremamente limitata soprattutto sotto l’aspetto economico. Infatti è stato studiato per resistere a carichi e pesi eccessivi.

Osb o compensato di pino marino?

Il multistrato di pino marino occupa circa l’85% della presenza sul mercato italiano e presenta peculiarità molto limitate. Anche se utili fanno si che questo prodotto possa essere utilizzato solo per alcuni lavori dove non è necessario rendere piacevole la visione dell’opera. In particolare è adatto per lavorazioni esterne, in quanto presenta caratteristiche che gli permettono di reggere a sbalzi di umidità e di calore. Inoltre esiste anche una differenza di prezzo tra questi due tipi di pannelli, che vanno a vantaggio dell’Osb3. Un’altra differenza può essere rilevata durante il taglio del pannello. Infatti nel caso dei pannelli in pino è facile incorrere nella apertura degli strati che compongono il compensato. Quindi sarete costretti ad effettuare lavori di riparazione incollando e pressando nuovamente i pezzi. Ovviamente non è sempre così, ma è probabile che ciò possa accadere per il compensato, mentre la probabilità per il pannello di Osb3 è alquanto remota. Per questo è importante affidarsi ai consigli di una ferramenta a Torino per evitare di acquistare l’articolo sbagliato.

Come tagliare o come sezionare l’osb?

Tagliare e sezionare i pannelli è estremamente facile. Vi basterà utilizzare un seghetto o una sezionatrice, in modo da procedere come per qualsiasi altro pannello in legno. Consigliamo naturalmente di chiedere alla ferramenta a Torino dove avete atto l’acquisto, dal momento che molto spesso sono proprio loro ad eseguire il taglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *